Procedura di fatturazione elettronica

Caratteristiche della fattura elettronica da trasmettere al SDI

La fattura elettronica deve essere prodotto in formato XML e deve avere le caratteristiche previste nel documento “Specifiche tecniche del formato della FatturaPA versione 1.1

La fatturaPA va firmata congiuntamente ad un riferimento temporale (“ Signing time“ )

Sono previsti due tipi di firme da utilizzare per firmare il file prodotto.

  • CAdES-BES (CMS Advanced Electronic Signatures). Il file prodotto avrà un estensione di questo tipo: fattura0123.xml.p7m
  • XAdES-BES (XML Advanced Electronic Signatures) in modalità enveloped. In questo caso il file prodotto manterrà l’estensione originale in quanto, per l’appunto, la firma è “annegata” all’interno del file stesso: fattura0123.xml

Quando vengono inviate le fatture al SDI, è possibile procedere secondo più modalità:

  • invio per singola fattura. In questo caso, se lo SDI dovesse rifiutare alcune fatture, verrebbero rifiutate esclusivamente le singole fatture non corrette
  • invio per “lotto di fatture”. In questo caso il rifiuto a differenza di quanto sopra, avverrebbe per tutto il lotto
  • invio di un file compresso in formato .zip contenente più singole fatture oppure più lotti di fatture. In questo caso il file creato non andrà firmato, in quanto saranno le singole fatture contenute al suo interno ad essere firmate. In questo caso, in caso di rifiuto verranno rifiutate le singole fatture o i singoli lotti contenuti nel file compresso


Creazione del file XML

La fatturaPA creata dovrà avere una nomenclatura di questo tipo: IT12345678910_00001.xml

  • IT: I primi due caratteri identificano il codice paese
  • 2345678910: I successivi 11 o 16 caratteri rappresentano l’identificativo univoco del soggetto trasmittente (codice fiscale)
  • _: Il carattere “_” è un semplice separatore
  • 00001: Seguono quindi un massimo di 5 caratteri che identificano il numero progressivo univoco del file

 

Le modalità di trasmissione al SDI

La fattura XML può essere trasmessa al Sistema di Interscambio (SDI) attraverso cinque canali:

  • PEC. In tal caso non è necessario identificarsi in via preventiva al SDI, ma basta utilizzare un gestore incluso nell’elenco gestito da Agenzia per l’Italia Digitale. L’indirizzo a cui inviare è sdi01@pec.fatturapa.it ed il SDI con il 1°messaggio di risposta (ricevuta consegna, notifica scarto) comunica l’indirizzo PEC che si dovrà utilizare per le successive trasmissioni.
  • SDICOOP, quello maggiormente utilizzato. È un sistema di cooperazione applicativa esposto su rete internet fruibile tramite protocollo HTTPS per i soggetti non attestati su rete SPC (Sistema Pubblico di Connettività), ed è necessario identificarsi al SDI tramite la sottoscrizione di un accordo di servizio;
  • SPCOOP, un sistema di cooperazione applicativa attestate su rete SPC, ed è necessario identificarsi al SDI tramite la sottoscrizione di un accordo di servizio;
  • SDIFTP, un sistema di trasmissione dati tra terminali remoti basato su protocollo FTP, ed è necessario identificarsi al SDI tramite la definizione e sottoscrizione di un protocollo di trasmissione;
  • WEB, un sistema di trasmissione telematica dati esposto su rete internet fruibile tramite protocollo HTTPS per i soggetti accreditati e disponibile nella sezione Inviare la FatturaPA del sito www.fatturapa.gov.it .Per accedervi è necessario avere le credenziali Entratel o Fisconline, oppure avere la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) abilitata ai servizi Ag.Entrate.

 

Caratteristiche dei messaggi trasmessi

Ogni qualvolta inviamo (o il soggetto trasmittente invia) allo SDI fatture PA, riceviamo da esso ricevute e notifiche.

Queste vengono comunicate utilizzando la stessa trasmissione utilizzata per l’invio delle fatture elettroniche allo SDI. Ciò significa che se avrò inviato fatturePA via PEC, le notifiche e le ricevute, mi perverranno via PEC, mentre se avrò utilizzato un sistema che prevede il protocollo SDICOOP (in quanto ho sottoscritto un servizio con il mio fornitore trasmittente), le notifiche e le ricevute le riceverò tramite lo stesso protocollo (e le vedrò magari nel portale web del mio fornitore trasmittente).

Tutte le notifiche e le ricevute sono in formato XML e sono firmate con una firma XAdES-BES (XML Advanced Electronic Signatures) in modalità “enveloped“

Le Notifiche di esito cessionario/committente trasmesse dal destinatario (la pubblica amministrazione) allo SDI  vengono comunicate impiegando la medesima modalità di trasmissione utilizzata per trasmettere le fatture elettroniche al destinatario.

Anche in questo caso, sono tutte in formato XML e sono, a discrezione della PA, firmate con una firma XAdES-BES (XML Advanced Electronic Signatures) in modalità “enveloped“.

I File dei metadati trasmessi dal SDI al destinatario, congiuntamente alle fatture elettroniche, sono in formato XML ma non sono firmati.